habitat naturale della foresta ideale per la sopravvivenza di moltissime specie di animali salvaguardate nella zona vietata ai visitatori


La Foresta Umbra deve l'etimologia del suo nome al latino. L'aggettivo fa dunque riferimento all'"ombra", al fatto che la fitta vegetazione, composta da alberi imponenti i cui rami e le cui fronde si intrecciano in alto, forma una sorta di tetto, un vero e proprio riparo che preserva il resto della flora, l'intimita della fauna e, ove e possibile accedere, la tranquillita dei visitatori. Tutto cio comunica un'idea di frescura perenne; eppure, ci sono dei periodi piu indicati per scoprirla, o per tornarci.

Le piogge cadono abbondanti tra la fine della primavera e il principio dell'estate. Questo accade grazie alla singolare posizione del Gargano, che sporge sull'Adriatico e beneficia dell'umidita marina proveniente dal Settentrione. E grazie a questo fenomeno che si trovano rigogliosi faggeti gia a bassa quota, cioe a circa 300 metri. Infatti, solitamente i faggi crescono a piu di 900 metri di altitudine.

Ma pure in inverno piove abbastanza spesso, cioe un giorno su tre circa, e talvolta nevica tanto da creare problemi alla circolazione degli autoveicoli. Tuttavia chi adora passare le vacanze di Natale in montagna non puo rinunciare allo spettacolare paesaggio innevato che la foresta regala in questa stagione.

L'autunno e l'ideale per coloro che amano i colori cangianti della natura in questa fase dell'anno e le temperature non sono troppo fredde.

Luglio e agosto non presentano sicuramente il problema della pioggia e sono senz'altro da considerare mesi ottimi per andare a fare delle belle escursioni nella foresta, e magari approfittare delle splendide spiagge non distanti per trascorrere pure qualche mattinata al mare. L'unico inconveniente per coloro che desiderano passare un soggiorno tranquillo potrebbe essere l'affluenza di turisti, che durante la bella stagione e maggiore rispetto al resto dell'anno.

L'aspetto positivo pero e che l'arrivo di molti visitatori richiede un'organizzazione piu vasta, con piu iniziative all'interno della foresta. Senza contare un allettante evento come l'Umbra Forest Folk, che permette di conoscere forme d'arte locali, soprattutto danza e musica, e di gustare la nota gastronomia garganica, grazie agli stand che offrono prodotti tipici della tradizione pugliese.

Malgrado cio, coloro che non amano particolarmente il caldo faranno bene a considerare che le temperature estive sono piuttosto alte in Puglia, e l'afa contribuisce abbastanza a rendere poco piacevoli le giornate estive. Cionondimeno, la Foresta Umbra offre ristoro con le sue folte fronde, e quindi la bella stagione potrebbe andare bene pure per loro, se intendono dedicarsi solo alle escursioni in questo polmone verde.

La primavera, nonostante le piogge, e invece la stagione piu indicata per chi ama il risveglio della natura e puo ammirare le tante specie di fiori che cominciano a sbocciare, come le stupende orchidee, che sono presenti in larga misura nella Foresta Umbra. Come non rimanere affascinati dai colori accesi di tutta la vegetazione che rinasce dopo il riposo invernale, e dai suoni delle foglie mosse dalla miriade di uccelli che popolano questa parte del Parco Nazionale del Gargano e che con il loro cinguettio rendono l'atmosfera magica? Dunque, in realta, non c'e oggettivamente un periodo migliore degli altri per immergersi in questa spettacolare riserva naturale; piuttosto l'ideale sarebbe tornarci in ogni stagione per cogliere di volta in volta un nuovo aspetto della natura che muta, seguendo il ciclo delle stagioni.